DiagnostiCare ONLUS

aiutarsi prevenendo

Siete pazienti del Dott. GAMBIOLI, GUERRIERO, PASQUALETTI o SALCICCIA?

Parte per voi in questi giorni un progetto di cui siamo particolarmente fieri!

Si tratta di un programma innovativo che vede lo Studio Medico di Base come parte attiva nella Promozione della Salute e Prevenzione per i propri pazienti.

Il progetto sarà oggetto di Ricerca dell’Universita’ Cattolica del Sacro Cuore, verra’ finanziato dalla DiagnostiCare Onlus e ci vedrà’ di nuovo insieme al Comitato di Quartiere di Torresina nel coinvolgere i beneficiari del progetto!

Siamo orgogliosi di poter finanziare questo progetto, che per i partecipanti sarà totalmente gratuito, e che riflette a pieno la nostra Mission: ‘Aiutarsi Prevenendo’.

Chiamate i numeri che trovate sulla locandina per avere ulteriori informazioni e richiedere la partecipazione. A presto!

LIBRO!

Da domani in sala d’attesa potrete sfogliare L’ALBUM della Missione in Madagascar di Maggio-Giugno 2018.
Ragione in più per venirci a trovare!

volantino img

BENTORNATI!

Quali sono i vostri buoni propositi?
Prevenzione e Beneficenza per prendersi cura di sé e dei meno fortunati.
Vi aspettiamo da Lunedì 3 Settembre in Via di Torrevecchia 590

Tel. 0661662791 Mail. info@diagnosticare-onlus.it

IMG_4983

Ci sono state ben 2 partenze per il Madagascar quest’anno!

A Maggio il gruppo di Medici Volontari ormai “storici”, accompagnati da nuovi volontari sono partiti per la Consueta Missione presso il piccolo dispensario, Centre de Santè de Manazary, seguiti ad Agosto dalla nostra nuova Ginecologa, la Dott.ssa Di Francesco!

Grazie alle vostre donazioni oltre a Farmaci e Latte in Polvere quest’anno molto tempo è stato dedicato alla distribuzione di abiti e cancelleria per gli abitanti del Villaggio.

Inoltre sono stati eseguiti i sopralluoghi per la Costruzione di Una scuola per Periti Agrari, un progetto che DiagnostiCare intende finanziare da anni, e che potrebbe offrire agli abitanti del villaggio gli strumenti e le conoscenze necessarie per un’agricoltura sostenibile e che dia un raccolto maggiore, in modo da aumentare le possibilità di alimentarsi della popolazione locale.

Speriamo di avere a breve il via libera a partire, nel frattempo condividiamo con voi alcune foto dalla missione.

A quasi 9 anni dalla prima apertura a Torresina e 4 mesi dall’apertura della nuova sede a Torrevecchia abbiamo deciso che è giunto il momento di Inaugurare! Vi aspettiamo quindi Venerdì 25 Maggio dalle ore 17.00 in poi per Festeggiare tutti insieme. Invitate anche i vostri amici a mettere “Mi Piace” su Facebook e “Parteciperò” all’evento, A presto!

Servizi DiagnostiCare 2018

Studio “nuovo”, lista dei servizi “nuova”. Eccoli qui! Tutti i servizi che possiamo offrirvi e per i quali è sufficiente una donazione. Il nostro consiglio è, come sempre, quello di donare almeno quanto si pagherebbe in una struttura pubblica. Non dimenticatevi che gli utili sono investiti in apparecchiature e iniziative di solidarietà, altrimenti che ONLUS saremmo.

DSC_2581

Abbiamo finalmente una data per l’apertura della Nuova Sede. Il prossimo lunedì, il 15 gennaio. Quindi da lunedì saremo a via di Torrevecchia 590, al 2° piano del Centro Commerciale “Il Fontanile”. Finalmente dopo un lungo periodo siamo pronti!!!

In un bell’articolo su Roma Today Claudio Bellumori ripercorre sinteticamente le tappe che hanno portato a questa scelta e la nostra mission, invitiamo tutti a leggerlo.
P_20160415_190810_PN

Con il nuovo anno possiamo finalmente comunicarvi che la nuova sede è pronta! A breve l’ONLUS si sposterà presso una sede più accogliente che ci permetterà di proporre un’offerta più articolata dei nostri servizi. Ci spostiamo di pochissimo, a via di Torrevecchia 590, al 2° piano del Centro Commerciale “Il Fontanile”. Ancora non sappiamo il giorno esatto del trasferimento, nel frattempo potete vedere le foto della nuova sede. Nei prossimi giorni pubblicheremo la data esatta del trasferimento. Buon Nuovo Anno a tutti.

34e93156-52c1-4cf7-b999-ad1f86a28192

Galleria fotografica dell’equipe di DiagnostiCare al lavoro a Manazary (Madagascar).

WhatsApp Image 2017-05-08 at 15.06.52

Nuovi momenti di vita dalla missione in Madagascar

Bambina disidratata

Durante una intensa giornata di lavoro a Manazary, mentre un operatore della nostra equipe dava dell’acqua a una bambina disidratata, questa ha smesso di respirare. Si è riusciti a rianimarla e a portarla prontamente al più vicino ospedale.

d9aa0edf-0212-4068-8731-5da3e7bf92bb

Ecco le prime foto della missione a Manazary in Madagascar

Partenza 2017

L’Equipe di DiagnostiCare è nuovamente partita per il Madagascar per portare aiuti al dispensario Medico del Centre de Santé de Manazary

Destinazione Amatrice

E’ stato un evento devastante che ha colpito duramente i comuni di Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto e Pescara del Tronto. Il bilancio delle vittime è stato altissimo e tanti sono gli edifici e le infrastrutture andate distrutte.

Vogliamo impegnarci nel sostenere la ricostruzione guardando al futuro, per aiutare le zone colpite a rialzarsi e poter rimettere in moto principalmente il tessuto economico che è alla base della ripopolazione delle zone terremotate.

Il progetto «Destinazione Amatrice» vuole portare infrastrutture di networking in banda larga nelle zone colpite dal terremoto, per costruire le basi della connettività che sono funzionali ed indispensabili per lo sviluppo dell’economia, del turismo e della teleassistenza.

logo_hpe
Hewlett Packard Enterprise sostiene «Destinazione Amatrice» e duplicherà il totale dei fondi raccolti dai propri dipendenti per la realizzazione del progetto!


Come effettuare i versamenti?
logo_diagnosticare_square.png

Fino al 31 dicembre è possibile effettuare versamenti con bonifico bancario sul conto corrente aperto presso Banca di Credito Cooperativo di Roma intestato a: DIAGNOSTICARE ONLUS – viale Indro Montanelli 103
IBAN IT60S0832703264000000000100

I bonifici dei dipendenti HPE vanno intestati con causale «Destinazione Amatrice HPE» e completati con i propri riferimenti per la ricevuta di donazione (nome, congome, codice fiscale, matricola HPE) 

Nota sul Trattamento dei Dati Personali - Il Titolare al trattamento dei Dati Personali è “Diagnosticare ONLUS” che, ai soli fini della duplicazione dei fondi raccolti che HPE intende conferire con la presente iniziativa, comunicherà ad HPE i nominativi dei dipendenti che hanno aderito all’iniziativa congiuntamente alla cifra versata.

Il Progetto “Destinazione Amatrice”
Il progetto nasce dalla richiesta ed in collaborazione con il Comune di Amatrice che, impegnato nella ricostruzione, vuole realizzare le infrastrutture tecnologiche che possano supportare il rilancio del territorio. In particolare, una delle poche strutture rimaste in piedi è il Palazzetto dello Sport, intorno al quale si è strutturato tutto l’attuale il sistema economico e sociale attraverso strutture mobili e container, dove sono state aperti esercizi commerciali, uffici pubblici, sportelli bancari, etc. Attraverso una soluzione di “Outdoor Wifi”, il progetto vuole portare la connettività wireless ad Internet nei dintorni del Palazzetto, per consentire un migliore funzionamento delle strutture. Nella stessa zona inoltre, sorgerà uno dei primi villaggi temporanei, in attesa della ricostruzione, che potrà così beneficiare del collegamento fornito dal comune.




Per informazioni e contatti sul progetto: diagnosticare.onlus@gmail.com

Sole

Un’abbronzatura o una scottatura solare indicano che la pelle è stata danneggiata dai raggi UltraVioletti (UV)

La melanina è il pigmento che dona alle pelle il suo colore. Le persone dalla pelle chiara hanno meno melanina delle persone dalla pelle scura. Quando la pelle viene danneggiata dai raggi UV, il corpo produce più melanina per cercare di proteggersi da ulteriori danni. Questa melanina extra dona alla pelle abbronzata il suo aspetto più scuro.
Tuttavia, un’abbronzatura non offre una buona protezione dagli effetti dannosi dei raggi UV. Difatti, un’abbronzatura indica che la pelle è già stata danneggiata, e la pelle abbronzata può continuare ad essere danneggiata quando esposta ai raggi UV. Per le persone dalla pelle chiara, l’esposizione ai raggi UV può provocare una scottatura in appena 10-15 minuti. L’arrossamento di una scottatura da raggi UV è causato dall’aumento del flusso ematico verso la pelle danneggiata.

Rischi a lungo termine
L’esposizione ai raggi UV è la principale causa dei tumori cutanei, incluso il carcinoma basocellulare e il carcinoma a cellule squamose. Questi tumori insorgono spesso sulla pelle danneggiata da anni di esposizione al sole, sebbene possano insorgere anche in altre aree del corpo. Se ci si abbronza spesso o si ha un’anamnesi di scottature solari gravi, si è anche a maggior rischio di melanoma, il tipo di tumore cutaneo più pericoloso. L’esposizione ai raggi UV aumenta anche il rischio di invecchiamento prematuro della pelle e potrebbe anche aumentare il rischio di problemi oculari come cataratta, degenerazione maculare e danni alla cornea. L’abbronzatura artificiale non è un’alternativa sicura rispetto all’abbronzatura al sole. Lettini, docce e lampade solari producono una quantità di raggi UV simile a quella del sole. I danni alla pelle (un’abbronzatura o una scottatura) dell’abbronzatura artificiale aumentano il rischio di invecchiamento della pelle, tumori cutanei e problemi oculari, proprio come i danni della luce solare.

Come proteggersiprotezione solare
Applicare una protezione solare ad ampio spettro e resistente all’acqua con un SPF 30 o superiore prima di un esposizione al sole.
• Usare una modesta quantità di protezione solare, circa 30 ml (2 cucchiai) su tutto il corpo.
• Non usare una protezione solare scaduta.
• Applicare di nuovo la protezione solare dopo 2 ore al sole e dopo aver nuotato o sudato.
• Quando si è all’aperto, indossare occhiali da sole e un cappello con una falda larga (circa 10 cm) tutt’intorno.
• Indossare indumenti protettivi (camicie a maniche lunghe a trama fitta e pantaloni o gonne lunghe offrono la migliore protezione).
• Limitare i tempi di esposizione al sole e stare all’ombra, in particolare tra le 10 e le 16.
• Non usare i lettini abbronzanti.
• Ricordare che i danni alla pelle provocati dal sole possono verificarsi anche in giornate nuvolose.

In caso di scottatura solare
Il dolore di una scottatura solare è solitamente massimo tra le 6 e le 48 ore dopo l’esposizione al sole. Se sulla pelle non sono presenti vesciche, applicare una crema idratante o aloe vera in gel per alleviare il disagio. Una scottatura solare estrema può condurre a shock, disidratazione e ad altre reazioni gravi. Se si manifestano battito cardiaco rapido, respiro rapido, capogiri, svenimento, nausea, brividi, febbre o mal di testa in seguito a una scottatura solare, chiamare immediatamente il medico.

Dott.Thomas John Mannooranparampil
Specialista in Dermatologia e Venereologica
Medicina Omeopatica
Medicina estetica

diagnosticare_acqua2

L’acqua è importante. In questi giorni più che mai ce ne rendiamo conto… se non uscisse dai nostri rubinetti ogni giorno la nostra vita sarebbe senz’altro diversa.
Nella stagione secca sugli altipiani del Madagascar spesso manca, e in molti, perlopiù donne e bambini passano le giornate andando a prenderla nei laghi o cascate più vicine. Ci sarebbero degli acquedotti che portano l’acqua al centro dei paesi, in modo che tutti possano rifornirsi alla fontana, ma spesso le tubature sono vecchie e dismesse, di acqua ne arriva davvero poca, e lo stato non ha i fondi per ripararli.
Questa ad esempio è la situazione a Betafo, paese di 1000 abitanti vicino al nostro “quartier generale”: Manazary.
Qui Diagnosticare, grazie alla preziosa donazione dell’Ing. Francesco Saverio Salini ha deciso di finanziare la costruzione di un pozzo. I lavori sono già iniziati, e una volta finito ciò permetterà a tutti gli abitanti del paese di rifornirsi senza dover camminare per ore fino ai laghi più vicini.

Ciò significa più acqua, più pulizia, migliore alimentazione e meno malattie, nonché più tempo da dedicare all’educazione, all’agricoltura e al lavoro. Un piccolo passo per migliorare la qualità della vita.

In attesa delle foto dei lavori ecco gli abitanti di Betafo intenti a procacciarsi l’acqua.

diagnosticare_5per1000

diagnosticare_5per1000E’ periodo di grandi decisioni per i Romani. E’ giunto il momento di scegliere per quale sindaco votare, ed anche a chi destinare il 5×1000! Ma… se con il sindaco non hai la certezza che venga eletto il tuo favorito… per il 5×1000 puoi star sicuro che qualunque sia la tua scelta, è a fin di bene!
Noi vi invitiamo a destinarlo a Diagnosticare onlus, e vi elenchiamo di seguito le attività a cui lo dedicheremo, ma l’importante è non dimenticarsi! E’ un occasione di fare beneficienza senza che costi nulla, approfittiamone!

Dove va il 5×1000:

  • Nell’ incrementare il numero dei bambini che vanno a scuola a Manazary, in Madagascar.
  • Nell’aiutare famiglie in forte emergenza (vedi la storia di David, rimasto cieco e con 7 figli, a cui quest’anno stiamo costruendo una casa, o del pescatore a cui l’anno scorso abbiamo comprato una barchetta e le reti dopo che il tifone li aveva distrutti).
  • Nel sostenere il Dispensario ormai costruito anni fa (comprando farmaci e latte in polvere che poi portiamo durante le missioni) e pagando lo stipendio alla dottoressa Malagasy che lo tiene in piedi in nostra assenza.
  • Nel finanziare opere per tutto il villaggio (c0me il pozzo per portare acqua potabile anche durante i periodi di siccità a Betafo)
  • Per inviare i medici specialisti durante le missioni
  • Per finanziare eventi gratuiti a Roma come il corso di disostruzione pediatrica e di abilitazione dei volontari all’uso del defibrillatore nel progetto Torresina nel Cuore in collaborazione i nostri partner.

DIAGNOSTICARE-5XMILLE

Servizi_DiagnostiCare _2016

Sicuramente già ce l’avrete tutti, attaccato al frigorifero con una bella calamita di una località esotica… Ma per chi non avesse fatto in tempo a trovare il volantino ecco la lista aggiornata dei servizi sanitari, visite specialistiche, analisi ed esami che potete prenotare presso la Diagnosticare Onlus, in Viale Indro Montanelli 103.

Condividete con i vostri cari, con chi ha bisogno di una visita o desidera semplicemente monitorarsi con un check-up. La prevenzione da Diagnosticare non fa bene solo a voi, ma aiuta anche tutti coloro che qui in Italia e nella nostra missione in Madagascar contano su una sanità solidale.
Ogni servizio infatti prevede un offerta libera, utilizzata per coprire le spese, offrire servizi anche a chi non può permetterseli e sostenere la nostra missione in Madagascar.

Gli ultimi anni hanno dimostrato che tutto ciò è possibile: che esiste un’alternativa al pubblico ed al privato, e che questa alternativa la fate voi, singoli utenti, offrendo liberamente ogni giorno quanto necessario ad andare avanti.

madagascar_diagnosticare

Anche prima di divenire improvvisamente cieco per via di una grave malattia neurologica, David, sua moglie, ed i loro sette figli erano già molto poveri. Oggi purtoppo la loro situazione è peggiorata. David non può più lavorare, e con il lavoro saltuario che riescono a trovare sua moglie ed il figlio primogenito (14 anni) mantenere nove persone, incluso un bambino di 4 mesi è davvero difficile. Le foto che vedete sono della casa in cui vivono oggi: una casa di fango composta da due stanze di circa due metri quadri, una adibita a cucina, e l’altra in cui di notte dormono in 9.

Con Diagnosticare e grazie ad alcune donazioni di privati abbiamo deciso di aiutarli. Abbiamo comprato un terreno e commissionato i lavori per costruire una casa di 32 metri quadri che includa una cucina e due stanze: ci vorrà 1 mese perchè sia pronta, ed un costo totale di 2,000 €.

Inoltre il terreno rimasto, una volta coltivato, sarà sufficiente a sostenere tutta la famiglia, il che avverrà tra circa sei mesi; giusto il tempo del primo raccolto! Nel frattempo Diagnosticare si impegna ad offrirgli il fabbisogno di cibo giornaliero: un chilo di riso, ovvero meno di 1 €, al giorno basta per tutta la famiglia.

Ancora una volta grazie a tutti coloro che rendono tutto ciò possibile, qui in Italia, come in Madagascar.

Contattaci        info@diagnosticare-onlus.it